Seleziona Pagina

ps5, game boost: le migliorie

ps5, game boost: le migliorie

Sony la scorsa settimana ha vuotato il sacco sulla modalità più promettente della sua retrocompatibilità. Con i dettagli forniti, abbiamo finalmente scoperto come funzionerà la retrocompatibilità su PS5, sia per quanto riguarda i giochi che per gli accessori provenienti da PS4.

Mentre ancora non sono giunte notizie esaltanti per le piattaforme delle generazioni precedenti, la buona notizia è che soltanto 10 giochi dell’era PS4 non saranno supportati al lancio della console di Sony.

ps5 game boost

Come novità, è stata presentata una speciale modalità chiamata Game Boost che, se applicata dai singoli sviluppatori, permetterà loro di impiegare la potenza aggiuntiva garantita dall’hardware di PlayStation 5 per ottenere dei miglioramenti sensibili delle prestazioni. Ma come funzionerà, e quali saranno questi miglioramenti?

Nel post di presentazione della modalità su PlayStation Blog, viene premesso che «i titoli per PS4 saranno ancora migliori su PS5».

Alcuni titoli per PS4 usufruiranno di velocità di caricamento ancora più elevate sulla console PS5 e sfrutteranno inoltre il Game Boost, con frame rate migliorati o più stabili.  Alcuni titoli con frame rate sbloccati o risoluzione dinamica fino a 4K potrebbero offrire una fedeltà superiore

Sony ha però precisato che i giochi per PS4 potranno adoperare alcune delle funzionalità dell’esperienza utente di PS5, rese possibili dall’interfaccia ancora da presentare, e che in seguito a ulteriori dettagli su questo argomento saremo ben presto aggiornati.

Mentre PlayStation 5 permetterà di giocare i titoli retrocompatibili in streaming attraverso Remote Play e PlayStation Now, questi non potranno usufruire della modalità Game Boost neanche se supportata dallo sviluppatore.

Al momento, soltanto una software house ha annunciato l’adesione al Game Boost, ed è Sucker Punch con Ghost of Tsushima.

ghost of tsushima

Il frame rate dell’action adventure a mondo aperto passerà dagli attuali 30fps (anche nella modalità Performance di PS4 Pro) ad una soluzione sbloccata fino ad un massimo di 60fps e caricamenti ancora più veloci.

La lista dovrebbe allungarsi prima del lancio ma non è da escludere che, come successo su PS4 Pro, tali miglioramenti arrivino per ciascun gioco senza grosse richieste.

Intanto, qualcuno già sta sognando un Bloodborne a 60fps, un traguardo che, specie alla luce di quanto fatto col remake di Demon’s Souls, sembrerebbe davvero a portata di mano.

Fin dal primo accenno al Game Boost si era parlato di Final Fantasy XV e altri due souls like come papabili per miglioramenti sensibili del frame rate.

Call Of Duty il nuovo Glitch

Circa l'autore

Anthony

Ciao! Sono Anthony Montella, Sono nato nel 1997 a Formia (LT). Ho studiato Tecnologia e Programmazione informatica essendo la mia facoltà preferita. Ma questo non è tutto... Mi piace viaggiare e poter girare il mondo. Sono un appassionato dei motori e della velocità... Il brivido e l'adrenalina che possono trasmettere quando sei sopra a un bolide che sia a 4 o a 2 ruote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This