Seleziona Pagina

Amazon interrompe consegna dei beni non essenziali

Amazon interrompe consegna dei beni non essenziali

Amazon interromperà temporaneamente le spedizioni di prodotti non essenziali

La decisione che l’azienda sta prendendo è di  proteggere i lavoratori nei suoi magazzini, afferma la società

amazon coronavirus

Amazon afferma di aver temporaneamente sospeso gli ordini su alcuni prodotti non essenziali sui suoi siti in Italia per contenere la diffusione del nuovo coronavirus.

Dato che i clienti utilizzano l’e-commerce per la spesa online, anche noi abbiamo implementato una guida di “allontanamento sociale” all’interno dei nostri centri di evasione ordini per mantenere i nostri dipendenti sani e salvi“, ha dichiarato un portavoce di Amazon in Italia in una nota inviata via e-mail a The Verge. I clienti possono ancora ordinare molti di questi prodotti da venditori di terze parti che sono in grado di spedire direttamente ai clienti, ha aggiunto il portavoce. I prodotti essenziali includerebbero alimenti e articoli per l’igiene, ha detto.

La società afferma che la misura consentirà “i collaboratori del centro logistico di concentrarsi sulla ricezione e sulla spedizione dei prodotti di cui i clienti hanno maggiormente bisogno in questo momento”.

Un avviso su Amazon.it di sabato diceva: “Stiamo dando la priorità ai prodotti più richiesti e alcuni articoli potrebbero essere temporaneamente non disponibili. Apprezziamo la tua comprensione in questo momento in cui diamo priorità ai prodotti di cui i clienti hanno più bisogno. Tutti gli ordini già confermati verranno consegnati regolarmente. ”

Almeno cinque lavoratori nei magazzini Amazon in Europa si sono rivelati positivi per il coronavirus, ha riferito Bloomberg. I lavoratori di un magazzino Amazon in Italia hanno scioperato il 17 marzo per protestare contro ciò che hanno visto come un’azione inadeguata da parte dell’azienda per proteggerli dalle infezioni.

L’Italia è stata una delle aree più colpite dal coronavirus con 59.138 persone infette e  5.476 morti. Solo sabato, il Paese ha riportato 793 nuovi decessi.

Circa l'autore

Lorenzo Vignati

Ciao! Sono Lorenzo Vignati. Sono nato nel 1994 a Busto Arsizio (VA) . La mia passione principale è il mondo della tecnologia. Fin dall’infanzia ho avuto un debole per questi “attrezzi” luminosi e con gli schermi. Ho cominciato a diventare autodidatta imparando da solo a creare e gestire dei siti web personali. A tutt’oggi mi piace tenermi aggiornato sull’hi-tech

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This